Salumificio Nonno Eugenio

Il tradizionale mercato di Traversetolo

Il tradizionale mercato di Traversetolo

A Traversetolo, la domenica è giorno di mercato: un evento tipico della cultura italiana, ma particolarmente sentito dai cittadini del posto. Il tradizionale mercato di Traversetolo, infatti, vanta una storia antica che inizia nel 1449, con Alessandro Sforza.

Forse non tutti sanno che una volta il mercato di piazza Fanfulla si teneva in piazza Vittorio Veneto. Quell’area era ricca di negozi e botteghe: c’èra la vecchia osteria, il macellaio, il vinaio, il fabbro, la fornace. Questo convinse gli Sforza che era il posto giusto dove tenere una fiera settimanale. Per la piazza giravano liberi molti animali: mucche, pecore, maiali, impiegati nella produzione dei salumi che mangiamo ancora oggi. Ma si vendeva anche pane, vino, spezie a molto altro.

Nel 1800 la zona destinata alla vendita del bestiame venne spostata in via Cambaratta, dove adesso c’è la scuola elementare. L’idea era di tenere gli animali in un’area vicina, ma distinta da quella del mercato, per una questione di igiene.

Intanto la notorietà della fiera era cresciuta e aveva attirato nuovi ambulanti. Questo convinse il Comune a trovare un altro spazio da destinare al mercato settimanale: piazza Marconi. Solo negli anni ’60, è arrivato in piazza Fanfulla, dove si svolge ancora oggi.

Anche il giorno della fiera è cambiato rispetto al passato. Fino al 1900, infatti, dedicare un momento sacro come la domenica alla spesa, era impensabile. Ma con gli anni, divenne evidente che gli impegni lavorativi dei cittadini rendevano difficile recarsi al mercato in settimana. Alla fine, dopo alcune battaglie con il parrocco del paese, vinse la domenica.

Oggi il tradizionale mercato di Traversetolo, con i suoi tendoni e le sue bancarelle, continua ad essere un punto di riferimento per gli abitanti. Dal 2004, anche noi de La Porchetta ci siamo uniti a questa fiera meravigliosa, diventando un piccolo elemento della sua comunità. Come già i mercanti nel 1500, valorizziamo i prodotti del territorio parmense e lo facciamo ormai da tre generazioni. Per questo, nel nostro banco trovate il meglio della cultura culinaria nostrana, una lavorazione artigianale e una qualità 100% italiana.